di Daniele Tissone

Come era prevedibile, l'aumento delle tensioni sociali e il perdurare della crisi economica, in uno scenario post pandemico che ci ha "regalato" una guerra nel cuore dell'Europa, stanno diventando fonte di ulteriori problemi anche nella gestione ordinaria dei servizi di controllo del territorio e di ordine pubblico. Molte lavoratrici e lavoratori della Polizia di Stato lo segnalano. Una situazione in parte non nuova, ma comunque da tener d'occhio. I cortei del Primo Maggio, ad esempio, a Torino e in altre città si sono trasformati in una occasione di scontro e alcuni poliziotti sono finiti in ospedale. Un episodio grave quello avvenuto nella città della mole, che ha visto ancora una volta protagonisti i violenti, ma che deve indurre una riflessione sul ruolo sempre più delicato che gli operatori delle Forze di Polizia sono chiamati a svolgere nell'attuale contesto sociale ed economico. Noi non siamo e non saremo mai i difensori del potere o del politico di turno, i satrapi di un sistema repressivo e securitario. Noi in primo luogo siamo poliziotti democratici al servizio del Paese, che hanno giurato sulla Costituzione antifascista nata dalla Resistenza, impegnati a garantire il rispetto delle leggi, a prevenire i reati e a difendere, in ogni occasione, soprattutto i più deboli. Questa è la nostra mission, della quale la maggior parte dei cittadini è pienamente consapevole. Chi ha responsabilità politiche e di governo, con le proprie scelte e le proprie azioni, deve però mettere i poliziotti nelle condizioni di operare al meglio garantendo dignità e tutele. Vedasi, per esempio, un contratto siglato ormai sei mesi orsono i cui effetti ancora non si dispiegano tra il personale. Stesso dicasi anche in relazione al fatto che nelle piazze finiscono sempre più spesso problemi che dovrebbero trovare soluzione in altre sedi. Con le conseguenze che tutti conosciamo. Alla politica pertanto diciamo: se ci sei, batti un colpo!

Segretario Generale Silp Cgil

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.