Silp-Cgil:Processi rapidi e misure patrimoniali a ultrà violenti
Tissone: Passare dall'indignazione ai fatti

Roma, 5 mag. (TMNews) - "Accelerare processi, anche con rito
direttissimo, attivazione anche di misure patrimoniali contro chi
si rende responsabile di violenze contro le forze dell'ordine
durante manifestazioni pubbliche e sportive". E' quanto propone
il segretario del Silp-Cgil, Daniele Tissone, dopo quanto
avvenuto in occasione della finale di Coppa Italia,
Fiorentina-Roma. "Bisogna passare dalle parole ai fatti", chiede
Tissone. "Tutti sono chiamati a fare la loro parte: la politica,
il mondo dello Sport ma anche i cittadini".

Servono misure concrete per contrastare fenomeni di violenza - ha
aggiunto Tissone - e per allontanare ed espellere dal mondo del
calcio soggetti che con il calcio non hanno nulla che vedere.
Secondo Tissone "il tempo è ormai scaduto e bisogna passare dalla
sdegno alle azioni concrete" per allontanare anche ogni ombra su
presenze che "parrebbero legate alla criminalità organizzata". Il
segretario del Silp-Cgil ha sottolineato la preoccupazione sui
dati relativi al numero di operatori delle forze dell'ordine
feriti duranti gli scontri in occasione di manifestazioni
pubbliche. "Siamo davanti a cifre più che raddoppiate rispetto
allo scorso anno".

Nes

 051532 mag 14

 

"..«Dopo le nostre lotte per democratizzare le forze di polizia e dopo la tragedia di una madre, di una famiglia, è sconfortante assistere a quanto avvenuto a Rimini», sottolinea Daniele Tissone, segretario generale del Silp-Cgil, che si dissocia «da un episodio che nulla ha a che vedere con la nostra cultura»..." Fonte quotidiano Il Tempo

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.