Pedofilia: Silp-Cgil, non chiudere presidi polizia postale
(V. "Pedofilia: abusi e torture in video on..." delle 6.08)
(ANSA) - ROMA, 1 AGO - No alla chiusura dei presidi della
polizia postali, previsti dalla riorganizzazione delle forze
dell'ordine. Lo chiede Daniele Tissone, segretario del sindacato
di polizia, Silp-Cgil, commentando l'operazione internazionale
contro la pornografia minorile su internet promossa dalle
polizie italiana e tedesca.
"Sul versante del contrasto ad uno dei piu' abbietti crimini
contro l'umanita' - aggiunge Tissone - le logiche di risparmio
non debbono prevalere sulle esigenze tese alla salvaguardia dei
minori, alla luce della intensificazione del fenomeno". (ANSA).

COM-NE
01-AGO-14 17:10 NNNN

ANSA/ Pedofilia: video abusi e torture, 2 arresti e 34 indagati
Scambiavano con eDonkey2000,collaborano polizie Italia-Germania
(ANSA) - CATANIA, 1 AGO - Bambini di pochi anni vittime di
abusi sessuali e torturati. E' il contenuto dei video da orrore
che venivano scambiati su Internet mediante il programma
peer-to-peer eDonkey2000 da una rete di pedofili scoperta dalla
Polizia Postale e delle Telecomunicazioni di Catania. Durante
l'indagine, eseguita in collaborazione con la polizia tedesca,
sono state arrestate in flagranza di reato, a Milano e Bologna,
due persone, rispettivamente di 63 e 43 anni, trovate in
possesso di cospicuo materiale pedopornografico.
Sono 34 le persone indagate per detenzione e divulgazione di
video pedopornografici mediante la rete Internet dalla Procura
di Catania. La polizia postale ha compiuto perquisizioni in 22
citta' italiane - Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Como,
Cuneo, Firenze, Ferrara, Livorno, Milano, Messina, Napoli,
Novara, Pesaro, Pisa, Ragusa, Roma, Savona, Siena, Siracusa,
Torino e Verona - durante le quali e' stato sequestrato un
elevato numero di materiale tra cui computer, hard disk, pen
drive e supporti ottici.
I tedeschi, con i quali la Polizia di Stato ha da anni una
forte collaborazione, hanno condiviso e scambiato con le
autorita' italiane i dati che hanno permesso di identificare gli
indagati. Le indagini si sono avvalse del diretto coordinamento
del Centro nazionale di contrasto della pedopornografia on line
(Cncpo) di Roma. Successive indagini riguarderanno
l'approfondimento del materiale sequestrato per confermare la
responsabilita' degli indagati e l'analisi dei video e delle
indagini per risalire all'identificazione dei minori vittime
degli abusi.
No alla chiusura dei presidi della polizia postali, previsti
dalla riorganizzazione delle forze dell'ordine, dice Daniele
Tissone, segretario del sindacato di polizia, Silp-Cgil. "Sul
versante del contrasto ad uno dei piu' abbietti crimini contro
l'umanita' - aggiunge - le logiche di risparmio non debbono
prevalere sulle esigenze tese alla salvaguardia dei minori, alla
luce della intensificazione del fenomeno".(ANSA).

DA
01-AGO-14 19:30 NNNN

La Gazzetta di Parma

Il Crotonese

La Nazione di Pisa

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.