Sindacati e Cocer: riunione Palazzo Chigi, sia risoluzione definitiva. (Comunicato congiunto)

 ANSA/ Statali: verso sblocco tetti salari polizia e militari Recuperato 1 mld euro dopo riunione P.Chigi tra Lotti e ministri (di Masssimo Nestico')
(ANSA) - ROMA, 17 SET - Dal 2015 torneranno a muoversi gli stipendi di forze di polizia e militari, fermi dal 2010. Le risorse - circa un miliardo di euro - sono state trovate dopo un incontro a Palazzo Chigi tra Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del consiglio e braccio destro del premier Matteo Renzi, ed i ministri interessati, Angelino Alfano (Interno), Roberta Pinotti (Difesa) e Pier Carlo Padoan (Economia).
"E' stata confermata la decisione - commenta Alfano - di risolvere la questione. Il lavoro per reperire le risorse e'
positivamente avviato". Da parte loro i sindacati attendono comunicazioni ufficiali, ma puntualizzano sulla minaccia di sciopero che aveva fatto tanto arrabbiare il presidente del
Consiglio: riguardava forestali e vigili del fuoco, non forze di polizia e carabinieri, cui la legge vieta di incrociare le braccia.
L'annuncio del Governo sulla soluzione "in dirittura d'arrivo" giunge poco prima che una parte dei sindacati di polizia e dei Cocer vengano ricevuti a Palazzo Grazioli da Silvio Berlusconi. Forse un caso o forse la volonta' di bloccare eventuali strumentalizzazioni della vertenza.
Le coperture di massima sono state dunque trovate. Ora si lavora a definire i dettagli. Circa 430 milioni di euro sono stati racimolati nelle pieghe dei bilanci di Interno e Difesa, mentre poco piu' di 500 milioni sarebbero stati recuperati dal ministero dell'Economia. Quanto basta, dunque, per eliminare i tetti salariali che hanno fatto perdere ai poliziotti in quattro anni, secondo stime dei sindacati, tra i 4mila ed i 6mila euro netti in quattro anni.
Alla soluzione i ministri Alfano e Pinotti lavoravano da mesi, poi il 3 settembre c'e' stata la doccia fredda del ministro per la Pubblica amministrazione Marianna Madia: "Non ci sono le risorse per lo sblocco dei salari". Sindacati di polizia e Cocer sono insorti con l'inaudita minaccia dello sciopero generale.
Una presa di posizione che ha provocato l'ira del premier, che anche ieri li ha accusati di "pressioni indebite" e "forme di protesta contro la legalita'". Il fido Lotti ha comunque preso in mano la vertenza ed oggi ha convocato la riunione che si e'
conclusa con una fumata bianca.
Le sigle sindacali non si sono "rimangiati le parole", come auspicava Renzi. Ma oggi ne hanno precisato il senso.
"All'interno dei Comparti Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico
- hanno spiegato - vi sono, infatti, categorie che hanno, per legge, il diritto di sciopero". Si tratta di forestali e vigili del fuoco. Pertanto, hanno aggiunto, "l'annuncio di fare ricorso a questa forma legittima di protesta e' da intendersi riferito ai colleghi di questi settori. Il personale, come sempre e solo se necessario, attuera' le proprie azioni di protesta senza alcun pregiudizio per la tutela della sicurezza, della difesa e del soccorso pubblico dei cittadini e delle Istituzioni democratiche". Comunque, ha osservato Felice Romano, segretario del Siulp, "lo sblocco e' la restituzione di soldi che ci spettavano e premia la meritocrazia, la maggiore produttivita' e la professionalita' degli uomini e delle donne in uniforme".
(ANSA).

NE
17-SET-14 20:46 NNNN
Polizia: Alfano, risolveremo tetto stipendi. Al lavoro su risorse =
(AGI) - Roma, 17 set. - "E' andata molto bene". Cosi' il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, 'intercettato' in Transatlantico, risponde ai cronisti sull'incontro di oggi.
"Confermata la decisione di risolvere la questione del tetto salariale e retributivo. Il lavoro per reperire le risorse e' positivamente avviato", aggiunge Alfano che spiega che alcuni capitoli di bilancio sono stati individuati nei settori che fanno capo all'Interno e altri verranno fuori dall'indagine sulla spesa.
Il titolare del Viminale non manca di sottolineare: "Mi pare che l'atteggiamento dei sindacati sia un cambiamento di approccio che rende ancor piu' semplice il cammino e sono convinto che scongiurata l'idea dello sciopero come minaccia possa esserci un incontro anche con il presidente del Consiglio". (AGI) Mao/Chi
171957 SET 14

Statali: vicina soluzione sblocco salari ps-militari Dopo riunione P.Chigi fra sottosegretario LOtti e ministri
(ANSA) - ROMA, 17 SET - Soluzione vicina per la vertenza sullo sblocco del tetto salariale di forze di polizia e militari. Lo fanno sapere fonti del Viminale, sostenendo che la riunione di stamattina a P.Chigi tra il sottosegretario Lotti ed i ministri ALfano, Pinotti e Padoan e' andata "molto bene". Ora si lavora sia sulle risorse (servono circa 800 milioni di euro per lo sblocco dal 2015) che sullo strumento normativo. La soluzione sarebbe "in dirittura d'arrivo". (ANSA).

NE
17-SET-14 19:19 NNNN

PA: SINDACATI PS E COCER, DOPO RIUNIONE MINISTRI TROVARE SOLUZIONE DEFINITIVA =

Roma, 17 set. (AdnKronos) - Sindacati di Polizia e Cocer, "preso atto
della riunione di questa mattina tra il Sottosegretario alla
Presidenza del Consiglio Lotti e i Ministri Alfano, Padoan e Pinotti,
d'intesa anche con il ministro Orlando, convocata oggi a Palazzo Chigi
e finalizzata alla risoluzione, definitiva e strutturale, per lo
sblocco del tetto salariale del personale dei Comparti Sicurezza,
Difesa e Soccorso Pubblico", auspicano "un esito positivo, ritenendola
preliminare alla preannunciata convocazione da parte del Presidente
Renzi".

"In considerazione di tale novità -si legge in una nota- e delle
strumentalizzazioni fatte da altri soggetti, che sono interessati alla
protesta fine a se stessa piuttosto che alla risoluzione positiva
della problematica rivendicata, nel prendere le distanze da tali
iniziative, avvertiamo la necessità, in rappresentanza del 93% degli
operatori di questi comparti, e per il senso di responsabilità
istituzionale che da sempre accompagna il nostro agire, di precisare
che le iniziative annunciate sono concepite nel pieno rispetto delle
regole e della legalità". (segue) (segue)

(Mac/AdnKronos)
17-SET-14 18:21

PA: SINDACATI PS E COCER, DOPO RIUNIONE MINISTRI TROVARE SOLUZIONE DEFINITIVA (2) =

(AdnKronos) - "All'interno dei Comparti Sicurezza, Difesa e Soccorso
Pubblico vi sono, infatti, categorie che hanno, per legge, il diritto
di sciopero. Pertanto -prosegue la nota- l'annuncio di fare ricorso a
questa forma legittima di protesta è da intendersi riferito ai
colleghi di questi settori. Il personale, come sempre e solo se
necessario, attuerà le proprie azioni di protesta senza alcun
pregiudizio per la tutela della sicurezza, della difesa e del soccorso
pubblico dei cittadini e delle Istituzioni democratiche".

In attesa di una comunicazione "che preannunci la risoluzione della
problematica, in modo definitivo e strutturale", se la riunione di
governo "non dovesse essere definitivamente risolutiva della vertenza
in atto, non potranno che essere confermate tutte le legittime
iniziative preannunciate a tutela dei diritti delle donne e degli
uomini in uniforme".

(Mac/AdnKronos)
17-SET-14 18:21

Statali: sindacati ps e Cocer, P.Chigi sblocchi tetti salari
Annuncio sciopero non per polizia-militari,ma cfs e vigili fuoco
(ANSA) - ROMA, 17 SET - Riunione oggi a Palazzo Chigi sulla
vicenda dei blocco salariale per forze di polizia e militari tra
il sottosegretario Luca Lotti ed i ministri Angelino Alfano
Roberta Pinotti e Pier Carlo Padoan. I sindacati di polizia ed i
Cocer auspicano un esito positivo dall'incontro ed una
successiva convocazione da parte del premer Matteo Renzi.
"In considerazione di tale novita' e delle strumentalizzazioni
fatte da altri soggetti, interessati alla protesta fine a se
stessa piuttosto che alla risoluzione positiva della
problematica rivendicata - spiegano le sigle - nel prendere le
distanze da tali iniziative, avvertiamo la necessita', in
rappresentanza del 93% degli operatori di questi comparti, e per
il senso di responsabilita' istituzionale che da sempre
accompagna il nostro agire, di precisare che: le iniziative
annunciate sono concepite nel pieno rispetto delle regole e
della legalita'". Infatti, ricordano, "all'interno dei Comparti
Sicurezza, Difesa e Soccorso Pubblico vi sono categorie che
hanno, per legge, il diritto di sciopero. Pertanto, l'annuncio
di fare ricorso a questa forma legittima di protesta e' da
intendersi riferito ai colleghi di questi settori".
"Il personale, come sempre e solo se necessario - proseguono
- attuera' le proprie azioni di protesta senza alcun pregiudizio
per la tutela della sicurezza, della difesa e del soccorso
pubblico dei cittadini e delle Istituzioni democratiche. In
attesa di una comunicazione odierna che preannunci la
risoluzione della problematica, in modo definitivo e
strutturale, qualora la riunione di governo non dovesse essere
definitivamente risolutiva della vertenza in atto, non potranno
che essere confermate tutte le legittime iniziative
preannunciate a tutela dei diritti delle donne e degli uomini in
uniforme". (ANSA).

NE
17-SET-14 18:29 NNNN

Sindacati e Cocer: “Riunione Palazzo Chigi sia risoluzione definitiva” (fonte: ilpuntoamezzogiorno.it)

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.