ATTO CAMERA
INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA 4/13501
Dati di presentazione dell'atto
Legislatura: 17
Seduta di annuncio: 638 del 15/06/2016
Firmatari
Primo firmatario: PAGANO ALESSANDRO
Gruppo: AREA POPOLARE (NCD-UDC)
Data firma: 15/06/2016


Destinatari
Ministero destinatario:
MINISTERO DELL'INTERNO
Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELL'INTERNO delegato in data 15/06/2016
Stato iter: IN CORSO
Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-13501
presentato da
PAGANO Alessandro
testo di
Mercoledì 15 giugno 2016, seduta n. 638
  PAGANO. — Al Ministro dell'interno . — Per sapere – premesso che:
con una nota a firma del segretario della Camera del lavoro Pino Pardo e del segretario provinciale del SILP — CGIL Lino Mastrantonio, sono state rese note le pessime condizioni strutturali, igieniche e funzionali del complesso che ospita il commissariato di polizia del comune di Niscemi, in provincia di Caltanissetta;
la nota dei due rappresentanti sindacali ha inoltre sottolineato come il peggioramento progressivo delle condizioni dello stabile, sia anche dovuto all'impossibilità di effettuare i dovuti lavori di manutenzione, ordinaria e straordinaria;
una tale situazione di degrado ed inefficienza continua a manifestarsi nonostante si siano finora verificati due scioglimenti degli organi elettivi per infiltrazioni mafiose, nonostante vi siano stati numerosi casi di omicidio frutto delle guerre di mafia che si sono combattute sul territorio, nonostante persone innocenti ed oneste abbiano pagato con la vita il loro desiderio di legalità e di denuncia del malaffare;
in un tale contesto di criminalità diffusa, si assiste ad una situazione in cui il commissariato di Niscemi perde rilevanti unità di organico e figure professionali, la cui assenza impedisce un'adeguata erogazione dei servizi alla cittadinanza (dal basilare servizio di ricezione delle denunce all'indispensabile attività di controllo del territorio);
secondo la segreteria provinciale del SILP — CGIL, negli ultimi anni ben sette ufficiali di polizia giudiziaria (quattro sovrintendenti e tre ispettori) sono stati sottratti all'organico del commissariato di Niscemi, a causa di trasferimenti e pensionamenti, ma senza che si sia provveduto alla loro sostituzione;
si registrano addirittura dei casi di assistenti capo che avrebbero potuto raggiungere il riconoscimento professionale della promozione a sovrintendente e, nonostante ciò, sono stati costretti a rinunciare al corso ed alla qualifica in quanto altrimenti sarebbero stati trasferiti lontano da Niscemi;
il 10 giugno 2016, è scaduto il bando prefettizio per la ricerca di un immobile adeguato per il commissariato, ma, proprio come altre volte, sembra che non si sia pervenuti a nuove proposte in grado di permettere al commissariato di funzionare in maniera adeguata –:
se il Ministro interrogato sia a conoscenza di quanto illustrato in premessa;
se non ritenga di intraprendere le dovute iniziative, di concerto con l'amministrazione comunale di Niscemi, affinché si possa garantire al commissariato della cittadina nissena una sistemazione idonea allo svolgimento dell'attività di polizia e controllo del territorio, magari utilizzando immobili comunali attualmente vuoti che, con dei lavori di adeguamento, potrebbero ospitare gli uffici ed il personale del commissariato di Niscemi;
se non ritenga di provvedere affinché il commissariato di Niscemi sia potenziato a livello di personale, sostituendo quanti siano stati trasferiti o siano andati in pensione. (4-13501)

Classificazione EUROVOC:
EUROVOC (Classificazione automatica provvisoria, in attesa di revisione):
mafia

sindacato

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.