Francesco Pischedda era un ragazzone di 29 anni che aveva sempre coltivato il sogno di entrare in Polizia. Alla fine ce l'aveva fatta e dal 2011 prestava servizio alla Sottosezione Polizia Stradale di Bellano (Lecco). Aveva una compagna e soprattutto una figlia, di 10 mesi. Era nato ad Imperia e la sua famiglia proveniva dalla provincia di Oristano. Era anche un iscritto al Silp Cgil. Era, soprattutto, un amico ed un bravo poliziotto. Ieri sera, come ogni giorno, si trovava in servizio. Sulla Superstrada 36, nei pressi di Colico, la sua pattuglia aveva intercettato un veicolo sospetto, un furgone, che come talvolta avviene in questi casi non si era fermato all'alt. Partiva un inseguimento con le macchine, poi a piedi nei pressi di un pendio e la caduta da questo dirupo. Le lesioni causate non gli hanno, purtroppo, permesso di sopravvivere. Un'altra stella che si aggiunge al cielo dei Caduti della Polizia di Stato, ai lavoratori in divisa che sacrificano la loro vita per dovere e per servizio. Ne avremmo fatto volentieri a meno. Alla famiglia di Francesco e a tutti coloro che gli hanno voluto bene vanno le condoglianze più sentite e sincere da parte della Segreteria Nazionale e della Segreteria Regionale Lombardia Silp Cgil.

SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.