In conformità agli obiettivi contemplati nel nuovo Statuto Fiamme Oro - approvato con Decreto del Sig. Capo della Polizia, datato 12 gennaio 2017 - questa Direzione Centrale ha posto in essere una serie di iniziative finalizzate alla promozione della pratica sportiva, anche come strumento di tutela sanitaria e benessere del personale, ed al recupero e valorizzazione dell'impiantistica sportiva della Polizia di Stato.

Capo della Polizia firma approvazione nuovo statuto Fiamme Oro,

La valorizzazione dell'impiantistica risponde all'esigenza di potenziare tale patrimonio che, secondo gli intendimenti, deve essere in grado di fornire un'offerta sportiva continuativa, diversificata e multidisciplinare.

Il perseguimento di tale obiettivo, che parte imprescindibilmente da un censimento delle strutture sportive in possesso della Polizia di Stato, sta veicolando un interessante flusso informativo concernente l'utilizzo ovvero la gestione delle strutture in argomento.

Le informazioni ricevute fanno emergere, con evidenza, che alcuni Uffici/Reparti hanno la tendenza a concedere a sodalizi sportivi privati, anche gratuitamente, la gestione di tali impianti. Prassi che ha originato, tra l'altro, rilevanti difformità nella gestione delle strutture in argomento.

Al riguardo, è utile segnalare che i sodalizi in questione - che normalmente hanno la forma di Associazioni o Società dilettantistiche - godono di una disciplina fiscale privilegiata (art. 90, Legge 27 dicembre 2002, n. 289, e D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917).

Ancorché siano privi delle finalità lucrative proprie degli enti commerciali, tali società beneficiano di apprezzabili proventi che sono soggetti ad un trattamento fiscale agevolato, come previsto dall'art. 148 del citato D.P.R. 917/86.

Tra gli indubbi vantaggi fiscali, l'art. 148 prevede che le quote versate dagli utenti che fruiscono dei corsi organizzati dalle società sportive, non concorrono a formare il reddito imponibile.

I dati raccolti hanno consentito di rilevare che le società a cui è stata affidata la gestione di impianti sportivi, annoverano - il più delle volte - un rilevante numero di iscritti ai predetti corsi. Ciò ha creato non pochi problemi quando l'Amministrazione ha deciso di non rinnovare la concessione degli impianti.

Si è potuto appurare, tra l'altro, che non sempre gli atti di concessione (Convenzione o Protocolli) prevedono una specifica regolamentazione degli obblighi - in capo al gestore - concernenti il rispetto delle norme di sicurezza per l'utilizzo degli impianti sportivi (D.M. 18 Marzo 1996 e D.M. 6 Giugno 2005) o di quelli previsti in materia sanitaria ed assicurativa.

Le forme di collaborazione tra la Polizia di Stato e le società in parola - dirette alla gestione degli impianti sportivi - possono trovare una valida alternativa nell'affidamento degli stessi impianti ai Gruppi Sportivi Fiamme Oro.

In tale ottica, l'apertura di "Sezioni Fiamme Oro" presso i diversi Uffici/Reparti territoriali rappresenta lo strumento ideale per valorizzare le strutture sportive e per creare uno spazio di aggregazione, aperto ai giovani ed ai dipendenti, veicolando i valori e l'identità della Polizia di Stato.

La prospettiva è quella di realizzare degli spazi in cui sviluppare l'esercizio e la promozione dell'attività sportiva, la pratica delle discipline olimpiche ovvero degli sport che abbiano attinenza con il servizio d'istituto, nonché delle Sezioni giovanili Fiamme Oro finalizzate all'inclusione sociale e alla fidelizzazione con il cittadino.

Ciò premesso, qualora si ravveda la necessità di stipulare Convenzioni o Protocolli per l'utilizzo dell'impiantistica di proprietà o a disposizione della Polizia di Stato, dovrà essere proposto - al competente "Ufficio Coordinamento delle Attività dei Gruppi Sportivi della Polizia di Stato Fiamme Oro"(U.C.A.G.S.) di questa Direzione Centrale - l'affidamento in gestione alle Fiamme Oro di detti spazi sportivi, come già sperimentato in diversi Uffici/Reparti della Polizia di Stato.

Peraltro, qualora si ritenesse indispensabile instaurare rapporti con società sportive private - in ragione di un non possibile intervento delle Fiamme Oro nella gestione dell'impianto - la costituzione di tali rapporti dovrà essere soggetta al parere vincolante di questa Direzione Centrale la cui attività istruttoria riguarderà

  1. la qualità dell'attività offerta dal sodalizio privato;
  2. il possesso delle prescritte abilitazioni da parte dei tecnici sportivi che fanno parte del sodalizio;
  3. l'ottemperanza agli obblighi in materia sanitaria ed assicurativa;
  4. la congruità del prezzo locativo in relazione all'impianto che la Polizia di Stato mette a disposizione;
  5. il rispetto dei principi che governano le procedure di evidenza pubblica (D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50).

L'attività istruttoria si estenderà anche alla composizione degli organidelle medesime società, per verificare se di essi fanno parte dipendenti della Polizia di Stato, in servizio nella stessa sede della struttura sportiva, che potrebbero dar luogo ad inopportune commistioni di interessi ovvero ad incompatibilità ai sensi del D.P.R. 24 aprile 1982, n. 335, e dell'art. 53 del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

In considerazione dell'importanza dei profili evidenziati, si richiama l'attenzione sulla puntuale applicazione delle disposizioni fornite e sulla necessità di rivalutare, alla luce dei principi sopra esposti, gli accordi che siano stati già formalizzati con società sportive private.

A tal proposito, si invitano tutti gli Uffici interessati, a trasmettere a questa Direzione Centrale eventuali Convenzioni o Protocolli già stipulati, al fine di acquisire gli elementi necessari ad un censimento sull'utilizzo dell'impiantistica della Polizia di Stato e di effettuare le opportune valutazioni sul merito e sulla legittimità di tali atti.

#diecibuonimotivi
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.