Contratto 2016/2018: parte economica quasi definita ma il normativo è ancora lontano.
Il SILP CGIL insiste con le proprie proposte.
I lavori proseguiranno in nottata per verificare la sottoscrivibilità dell'accordo sulla parte economica e su alcuni punti del normativo.

Nell'incontro di oggi 25 gennaio, convocato solo la sera precedente e con testi e tabelle inviate nottetempo, il passo in avanti è stato la formalizzazione di una ipotesi di Contratto, con interventi di merito su dati quasi definitivi.

Sono state ulteriormente modificate le ultime tabelle incrementando, anche se lievemente, il residuo da rendere disponibile sul Fesi. Le tabelle recepiscono la proposta del SILP CGIL con l'allocazione del 90% sul fisso al fine di recuperare le sofferenze prodotte dalla riduzione del potere d'acquisto, frutto del blocco contrattuale; compresa la mutata destinazione dei fondi della specificità che andranno ad alimentare il fondo destinato a incrementare le voci che compensano il disagio dei servizi h24 attraverso il Fesi. Nel testo presentatoci vi sono anche talune modifiche da noi proposte che riguardano alcuni aspetti degli istituti normativi, come i permessi brevi, i congedi, il trattamento di missione, la tutela legale.

La Parte Pubblica, presieduta dal Sottosegretario Angelo Rughetti, composta da delegazioni con i vertici delle Amministrazioni interessate, ha introdotto i lavori illustrando brevemente alcuni aspetti contabili, enfatizzando una dichiarazione di impegni del Governo su specificità, previdenza complementare, tutela della famiglia nonché la prosecuzione dei lavori con “coda contrattuale” di carattere normativo - per la revisione di istituti, indennità, rappresentanza - attraverso un confronto tra le parti da concludersi entro il 28 di febbraio.

Dalle dichiarazioni delle OO.SS. e delle rappresentanze militari è emerso un quadro variegato, con alcune organizzazioni sindacali della Polizia di Stato pronte a sottoscrivere accordi a stretto giro e nette differenziazioni nel mondo militare che hanno rivendicato un maggior ruolo negoziale e molti rilievi sulla destinazione del secondo livello di contrattazione.

Il SILP CGIL, ribadendo l'inadeguatezza delle risorse messe a disposizione dalle Leggi di Stabilità e constatando come il 90% delle risorse siano confluite nel trattamento fisso, ha evidenziato la necessità di destinare adeguate risorse della "specificità" nel Fesi, per remunerare ad esempio il disagio di chi lavora nei turni continuativi. Questa ottica di carattere economico, che ha visto in prima battuta il SILP CGIL agire in solitudine e che adesso ha incontrato una vasta convergenza, ci permette di dichiararci moderatamente soddisfatti. Sul piano normativo però, sosterremo ancora le nostre richieste. Abbiamo consegnato un appunto con emendamenti al testo presentatoci e proposte sulle libertà sindacali, mense e buoni pasto, orario di lavoro, congedi, riposi, norme per il sostegno alla famiglia, trattamento di missione, pari opportunità, regolamento di servizio e disciplina e sulla necessità di rivedere alcune leggi che riguardano il nostro personale.

Ci siamo dichiarati disponibili ad un confronto vero, serio, che segni un effettivo progresso sul piano dei diritti e delle tutele per le donne e gli uomini in divisa.

Il Sottosegretario Rughetti ha concluso questa sessione mostrando la disponibilità a rettificare alcuni istituti, correggere refusi, specificare alcune voci e accogliere le proposte emerse dal tavolo odierno.

I lavori sono stati sospesi e riconvocati per le ore 20,30, quando saranno disponibili nuove versioni dei testi, per verificare le condizioni di sottoscrivibilità dell'ipotesi di accordo per la parte economica e su taluni aspetti connessi alla modifica della parte giuridica del normativo.

Ulteriori aspetti della parte giuridico-normativa saranno trattati con la coda contrattuale la cui discussione riprenderà immediatamente dopo la sottoscrizione della parte economica.

 

 

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.