Conoscevo Angela Burlando fin dai primi anni ottanta, ovvero all'inizio della mia carriera sindacale e l'ho rivista volentieri a Genova nel maggio scorso quando prese la parola ad un convegno organizzato dal Silp Cgil e da Libera tenutosi presso il circolo dell'Autorità portuale.

Angela, negli Anni Settanta, partecipava già assiduamente alle prime riunioni “carbonare”, ovvero gli incontri clandestini che portarono alla riforma della polizia di Stato, nel 1981.

Di Lei ricordo la sua combattività e le battaglie che conduceva anche per la componente di genere decisamente “sparuta” nella Polizia dell'epoca.

Angela Burlando seppe sempre coniugare la propria attività di Poliziotta sindacalista con gli aspetti legati al sociale e presenti nella Sua Genova. Così mi piace ricordarla, per la sua dedizione verso i più deboli e per la sua costante lotta volta ad ottenere una piena parità di diritti che è durata per tutta la sua fattiva, concreta ed intensa vita.

Come noto, il suo impegno, dopo la lunga carriera in Polizia, è proseguito in veste di consigliere comunale nella sua amata Città sui delicati temi della sicurezza, aspetti che conosceva assai bene grazie all'esperienza maturata nel corso della sua variegata e intensa attività professionale.

Con Angela se ne va un pezzo di storia importante del nostro Paese scritta da coloro che hanno, con coraggio, ottenuto, affermandole, quelle libertà sindacali che noi, oggi, difendiamo per migliorare le condizioni di vita e di lavoro di tutte le donne e di tutti gli uomini che vestono una divisa.

Una responsabilità che sentiamo nostra anche grazie a persone come Lei.

 

 

 

Daniele Tissone
Segretario Generale Silp Cgil

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.