La Direzione Centrale per le Risorse Umane ha comunicato che il CENAPS ha ultimato un’elaborazione finalizzata all’aggiornamento di circa 40.000 dati, che ha interessato la variazione del trattamento economico fisso inerente un congruo numero di dipendenti della Polizia di Stato.

In particolare, a seguito di tale elaborazione, consentita dal rilascio a novembre da parte di NoiPA di una nuova procedura di invio di flussi massivi utili all’aggiornamento delle partite stipendiali, è stato possibile adeguare con il cedolino del corrente mese di marzo 2018:

  • il parametro agli ispettori superiori con 8 anni nella qualifica che hanno maturato l’anzianità prevista;

  • il trattamento economico agli allievi agenti del 199° corso;

  • il trattamento economico dei medici principali che hanno acquisito la qualifica a febbraio 2017;

  • alcuni assegni per benefici spettanti (Ri. A.; assegno ad per sonami previsto dall’art.3, comma 6, del D.Lgs. 193/2003; scatti per merito straordinario previsti dal DPR 335/82; eoe.), tra cui anche gli arretrati per assegno ad personam, relativamente al periodo gennaio 2016 - settembre 2017, agli appartenenti al 26° corso per vice sovrintendenti;

  • l’assegno di funzione.

La cennata Direzione Centrale ha inoltre segnalato che, in alcuni casi, la nuova procedura di NoiPA, utilizzata per la prima volta nel corrente mese per la gestione degli assegni per benefici e dell’assegno di funzione, ha prodotto circoscritte anomalie tecniche, il cui risultato ha elaborato crediti o debiti (circa 6.000) che potrebbero essere non spettanti o non dovuti.

Al riguardo, è stato comunque assicurato che il competente Servizio della Direzione medesima si è attivato, congiuntamente a NoiPA, per un’analisi puntuale della situazione, al fine di individuare le modalità di sistemazione delle partite per le quali è stata riscontrata l’anomalia.

Poiché per la peculiarità di ciascuna situazione da verificare l’analisi appare complessa, in attesa di poter esaminare i singoli casi e procedere quanto prima alla relativa sistemazione, è stato concordato con NoiPA di sospendere le risultanze a debito con la prossima mensilità di aprile 2018.

Per le situazioni relative a possibili crediti non spettanti, è stato evidenziato che nel recupero delle somme sarà posta, come di consueto, la massima attenzione per arrecare minori disagi possibili al personale.

A tali fini, il CENAPS si sta adoperando per individuare il personale interessato, allo scopo di comunicare quanto prima i nominativi agli uffici di appartenenza, per coinvolgerli, eventualmente, nelle successive attività di analisi, nonché per consentire agli stessi di informare puntualmente i dipendenti delle possibili inesatte elaborazioni.

Si fa riserva di aggiornamenti, appena acquisiti dalla competente Direzione Centrale.

#diecibuonimotivi
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.