Il Silp Cgil ha partecipato, presso il Ministero dell'Interno, a una riunione relativa alle Uopi, le unità di primo intervento. L'Amministrazione era rappresentata dal Vice Capo Vicario della Polizia Prefetto Luigi Savina e dal Direttore Centrale della Dac Prefetto Vittorio Rizzi. La riunione si è svolta nella giornata di ieri, 29 maggio.

Il Silp Cgil ha preteso chiarimenti in merito alla bozza di decreto che definisce i compiti di queste Unità ed in particolare abbiamo chiesto di regolamentarne le funzioni in modo chiaro, di fornire agli operatori un adeguato equipaggiamento e di rivedere la dotazione dell’arma, attesi i problemi più volte rilevati sul funzionamento della stessa.

Abbiamo anche sottolineato la necessità di istituire nuove Uopi in regioni dove ad oggi risultano non presenti - come la Calabria - nelle more di una estensione a tutti i capoluoghi di provincia, così come previsto dal progetto iniziale. Il Silp Cgil ha inoltre ribadito che anche per le Uopi resta imprescindibile la centralità dell’autorità provinciale di pubblica sicurezza, rapprentata dal Questore.

Un ulteriore punto di criticità evidenziato è quello che attiene l’obbligo di permanenza nelle Uopi di almeno quattro anni, unitamente alla questione dell'età anagrafica, fissata a 42 anni, per poter partecipare alle selezioni. Su quest'ultimo punto l'Amministrazione si è detta favorevole, sentita la Direzione Centrale di Sanità, a innalzare il limite a 45 anni.

La riunione è terminata con l’impegno a convocare a breve un ulteriore tavolo prima dell’avvio definitivo del progetto.

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.