L'editoriale del Segretario Generale del SILP CGIL Daniele Tissone in primo piano su Rassegna Sindacale

“Le parole sono importanti”, così Nanni Moretti urlava in Palombella Rossa. Altri tempi! Ma ci siamo mai chiesti se, in Italia, “le parole” hanno oggi perduto il loro peso specifico? Si può infatti affermare con estrema facilità tutto e il contrario di tutto, si può correggere, modificare, smentire ogni cosa anche in un lasso di tempo brevissimo.
E l’altra domanda che dovremmo porci: ci stiamo noi abituando al fatto che abbiamo perso il valore delle parole, il legame e il contatto che esse hanno con quello che rappresentano?
Probabilmente si, e se questo è vero dobbiamo preoccuparci non poco perché il lento decadimento che sta avvolgendo il Paese sta cambiando noi stessi rendendoci sempre più indifferenti al fatto che frasi che un tempo ci avrebbero indignato oggi ci toccano appena.
Detto questo la settimana di Ferragosto ci consente qualche riflessione a circa tre mesi dal varo del nuovo esecutivo.

 

LEGGI L'ARTICOLO SU RASSEGNA SINDACALE

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.