Le nostre richieste:

Richiesta chiarimenti su emolumenti economici arretrati 10° corso di formazione professionale per Vice Revisore Tecnico, il SILP CGIL Scrive al Dipartimento

Richiesta chiarimenti su emolumenti economici arretrati concorso Interno 216 posti Ispettore Superiore SUPS, il SILP CGIL scrive al Dipartimento

Adeguamenti stipendiali 10° Corso Vice Revisore Tecnico, il SILP CGIL scrive al Dipartimento

 

Il Dipartimento della PS risponde al SILP CGIL:

 

Al riguardo, la Direzione Centrale per le Risorse Umane ha rappresentato che l’articolo 9 del decreto legge 31 maggio 2010, n.78, convertito dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, ha introdotto alcune disposizioni che incidono sul trattamento economico, tra gli altri, del personale della Polizia di Stato, per gli anni 2011, 2012 e 2013, poi successivamente prorogati al 31/12/2014 dal d.P.R. n.122/14.

In particolare, per il suddetto triennio, i commi 1 e 21 del citato art.9 stabiliscono, rispettivamente, che:

  1. il trattamento economico complessivo dei singoli dipendenti non può superare il trattamento ordinariamente spettante per l’anno 2010, compreso quello accessorio, nel quale rientrano anche emolumenti peculiari previsti per il personale del Comparto Sicurezza e Difesa.
  2. Non si applicano i meccanismi di adeguamento retributivo sulla base della percentuale annualmente definita dall’lSTAT, previsti dall’art. 24 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, nonché gli effetti economici derivanti dalla progressione automatica degli stipendi e quelli derivanti dalle progressioni di carriera comunque denominate.

AI fine di tener conto della specificità del personale del Comparto Sicurezza- Difesa, nonché del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e per assicurare al personale interessato - in relazione alla richiamata specificità — una “compensazione economica ”conseguente agli effetti relativi all’applicazione dei predetti commi 1 e 21 delFarticolo 9 del decreto legge n.78 del 2010, è stata prevista l’istituzione di un fondo volto ad assicurare, ferma restando la disposizione contenuta nel comma 1 che contempla misure di contenimento del trattamento economico complessivo, la perequazione delle misure di cui al citato art. 9, comma 21, ossia la mancata corresponsione derivante dalle promozioni per tutto il personale, i mancati adeguamenti retributivi automatici ed alcune indennità peculiari, quali l’assegno di funzione e le indennità operative non connesse a progressioni in carriera.

Al riguardo, la citata Direzione Centrale ha precisato che, durante il periodo di applicazione del D.L. 78/2010 e del d.P.R. 122/2014, il D.P.C.M. del 27.10.2010 ed il successivo decreto attuativo del Ministro dell'Intemo datato 16.11.2011, dispongono che al personale non interessato ai passaggi da un ruolo all’altro, come nel caso degli Ispettori superiori in oggetto, saranno corrisposti gli assegni una tantum quale emolumento perequativo per il mancato adeguamento economico derivante dalla progressione di carriera.

Pertanto, in applicazione delle norme citate, agli stessi risultano attribuibili solo gli importi scaturenti a titolo di una tantum di cui sopra. In merito, la suddetta Direzione Centrale provvederà alla corresponsione delle somme dovute non appena saranno disponibili le relative risorse.

Per il 10° corso di formazione dei Vice Revisori Tecnici, è stato comunicato che, con la mensilità di luglio, è stato disposto il pagamento degli arretrati stipendiali relativi alla nomina a sovrintendente capo tecnico, a decorrere dal 1.10.2017.

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.