Sul tema del contrasto all'occupaziona arbitraria di immobili del Decreto Sicurezza,  il SILP CGIL interviene su LA REPUBBLICA.it.

 

Innalzare i livelli della sicurezza urbana per i fenomeni che concernono le occupazioni arbitrarie di immobili con l'impiego della forza pubblica è, per il segretario del Silp Cgil Daniele Tissone, qualcosa di già visto che non ha risolto né risolverà i problemi. Questo perché è necessario, in via preliminare, definire le diverse tipologie di occupazione: per esempio, se si tratta di edifici che, una volta sgomberati, andranno custoditi per un riuso, chi li dovrà successivamente custodire e quale ente li avrà in carico? Secondo Tissone la galassia delle situazioni riguardanti gli alloggi è così vasta che, per ogni situazione, andrebbe preliminarmente stabilita la rete che se ne occupa.  Pensare che la polizia diventi l'imbuto dove confluiscono tutte le competenze non esercitate da chi ne ha la titolarità, conclude Tissone, è profondamente sbagliato trattandosi di un problema per il quale le amministrazioni centrali e locali devono fare la propria parte.

 

LEGGI L'ARTICOLO SU LA REPUBBLICA.it

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.