Nell'ambito delle annunciate misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, il disegno di legge approvato recentemente dal Consiglio dei Ministri su proposta del titolare del Dicastero della Giustizia, Alfonso Bonafede, contiene una suggestiva quanto controversa novità per il nostro ordinamento giuridico: la possibilità di utilizzare anche per il contrasto alla corruzione la figura dell'agente sotto copertura. A tal proposito, è opportuno fare una distinzione terminologica che è anche sostanziale. L'agente sotto copertura non va confuso con l'agente provocatore, figura non ammessa nel nostro sistema giuridico ...

 

LEGGI L’ARTICOLO INTERO SU HUFFINGOTNPOST.it

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.