Dal pagamento degli accessori per le forze dell'ordine alle presunte, "nuove" misure antiterrorismo, passando per la "stretta" in materia di immigrazione: molti provvedimenti rischiano di non poter essere applicati.

 

 

SICUREZZA: SILP CGIL, PROVVEDIMENTO CHE RISCHIA DI ESSERE INEFFICACE

Roma, 24 set. (AdnKronos) - "Il decreto sicurezza contiene di tutto e di più. Noi vogliamo analizzare nei dettagli il testo definitivo e capire anche se per alcuni provvedimenti che abbiamo richiesto da tempo, come il previsto pagamento delle indennità accessorie per le forze di polizia, vi siano le relative coperture. Quanto al Daspo, esiste già una misura di prevenzione molto più efficace, introdotta con il decreto Alfano del febbraio 2015, ovvero l'espulsione del presunto fiancheggiatore di organizzazioni terroristiche, provvedimento preventivo promosso dal Questore". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia, commentando il 'decreto sicurezza' approvato dal Consiglio dei ministri su proposta del vicepremier Matteo Salvini. "Inoltre - dice Tissone - l'utilizzo indiscriminato della forza pubblica per le occupazioni arbitrarie di immobili non risolve i problemi perché in via preliminare occorrerebbe definire le diverse tipologie di occupazione: per esempio, se si tratta di edifici che, una volta sgomberati, andranno custoditi per un riuso, chi li dovrà successivamente custodire e quale ente li avrà in carico? La polizia non può diventare l'imbuto dove confluiscono tutte le competenze non esercitate da chi ne ha la titolarità". "Abbiamo poi seri dubbi - prosegue il sindacalista - sui provvedimenti relativi all'allungamento dei tempi di permanenza nei centri di accoglienza e il divieto di reingresso in Italia di stranieri espulsi da altri paesi Schengen: la loro applicazione concreta sarà ben difficile mentre è certo l'aggravio di lavoro burocratico e operativo per le forze dell'ordine. Non abbiamo invece, purtroppo, registrato novità - conclude - sulle assunzioni e sullo scorrimento delle graduatorie dell'ultimo concorso agenti. Questo è un grave danno per il personale in divisa che ogni giorno di più è in asfissia di personale".
(Sib/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 24-SET-18 15:48 NNNN

 

 

Dl sicurezza, Silp-Cgil: rischia di essere inefficace
Segretario Tissone: Contiene di tutto e di più

Roma, 24 set. (askanews) - "Il decreto sicurezza contiene di tutto e di più. Noi vogliamo analizzare nei dettagli il testo definitivo e capire anche se per alcuni provvedimenti che abbiamo richiesto da tempo, come il previsto pagamento delle indennità accessorie per le forze di polizia, vi siano le relative coperture. Quanto al Daspo, esiste già una misura di prevenzione molto più efficace, introdotta con il decreto Alfano del febbraio 2015, ovvero l'espulsione del presunto fiancheggiatore di organizzazioni terroristiche, provvedimento preventivo promosso dal Questore". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia, commentando il 'decreto sicurezza' approvato dal Consiglio dei ministri su proposta del vice premier Matteo Salvini. "Inoltre - dice Tissone - l'utilizzo indiscriminato della forza pubblica per le occupazioni arbitrarie di immobili non risolve i problemi perchè in via preliminare occorrerebbe definire le diverse tipologie di occupazione: per esempio, se si tratta di edifici che, una volta sgomberati, andranno custoditi per un riuso, chi li dovrà successivamente custodire e quale ente li avrà in carico? La polizia non può diventare l'imbuto dove confluiscono tutte le competenze non esercitate da chi ne ha la titolarità". "Abbiamo poi seri dubbi - prosegue il sindacalista - sui provvedimenti relativi all'allungamento dei tempi di permanenza nei centri di accoglienza e il divieto di reingresso in Italia di stranieri espulsi da altri paesi Schengen: la loro applicazione concreta sarà ben difficile mentre è certo l'aggravio di lavoro burocratico e operativo per le forze dell'ordine. Non abbiamo invece, purtroppo, registrato novità - conclude - sulle assunzioni e sullo scorrimento delle graduatorie dell'ultimo concorso agenti. Questo è un grave danno per il personale in divisa che ogni giorno di più è in asfissia di personale".
Red/Nes 20180924T160820Z

 

 

VARATO OGGI IL DECRETO SICUREZZA, LE REAZIONI DI SILP CGIL, ARCI, DE MAGISTRIS, CIRINNÀ E SPERANZA

LEGGI L'ARTICOLO SU JOBSNEWS.it

 

 

Dl Sicurezza: Silp, mancano risorse per assunzioni

LEGGI L'ARTICOLO SU RASSEGNA.it

 

 

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.