(ANSA) - ROMA, 26 SET - In Val di Susa ci sono "azioni di vero attacco capaci di causare lesioni a chi opera nel cantiere nonche' agli operatori deputati alla sicurezza". Lo evidenzia Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia Silp-Cgil.

"L'incolumita' degli addetti deve - secondo Tissone - venire salvaguardata dalle istituzioni che non possono prediligere, anche in questo caso, la strada della sola 'forza d'urto da contrapporsi ai violenti'. La situazione richiede, pertanto, l'adozione di mirati quanto specifici provvedimenti da parte delle autorita' tesi a scongiurare, per quanto possibile, un pericoloso contatto tra essi autorizzando assembramenti e proteste presso luoghi diversi dagli attuali con la creazione di aree protette per il personale delle forze dell'ordine li' in servizio". (ANSA).

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.