Calano i reati più gravi, grazie anche al fondamentale lavoro di investigazione dei corpi di polizia.
Crescono i reati contro anziani, donne e bambini.
Il tutto aggravato dalla carenza di organici e dalle mancate assunzioni.

 

 

ANSA
Criminalità; Silp Cgil, preoccupano reati contro anziani

(ANSA) - ROMA, 22 OTT. - "Il rapporto 2018 sugli indici di criminalità registra una contrazione del numero dei reati più gravi, grazie anche al fondamentale lavoro di investigazione dei corpi di polizia e della  magistratura. Siamo invece fortemente preoccupati per l'aumento dei  reati di truffa nei confronti delle fasce più deboli, anziani in  primis, che rischia di aggravarsi a causa della carenza di organici e  delle mancate assunzioni di personale in divisa nelle forze  dell'ordine, che fanno registrare una minor presenza di personale nei centri urbani e nelle periferie, con operatori over 50 che rappresentano un record negativo in Europa. Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia Silp Cgil.
(ANSA)

 

 

ADNKRONOS
CRIMINALITA': SILP CGIL, ALLARME PER REATI CONTRO ANZIANI, DONNE E MINORI

Tissone, pesano mancate assunzioni personale polizia


Roma, 22 ott. - (Adnkronos) - "Il rapporto 2018 sugli indici di criminalità registra una contrazione del numero dei reati più gravi, grazie anche al fondamentale lavoro di investigazione dei corpi di polizia e della magistratura. Siamo invece fortemente preoccupati per l'aumento dei reati di truffa nei confronti delle fasce più deboli, anziani in primis, che rischia di aggravarsi a causa della carenza di organici e delle mancate assunzioni di personale in divisa nelle forze dell'ordine, che fanno registrare una minor presenza di personale nei centri urbani e nelle periferie, con operatori over 50 che rappresentano un record negativo in Europa". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia Silp Cgil. "Per quel che riguarda i reati di truffa contro gli anziani occorre, come chiediamo da tempo, una maggiore assistenza nei confronti delle vittime ed è necessario lavorare di più sulla prevenzione, punendo da un lato in maniera più cogente anche i tentativi di truffa e, dall'altro, adeguando le pene previste. Complessivamente - spiega Tissone - è necessario lavorare per tutelare maggiormente i giovani, le donne e gli anziani: sui reati urbani come nelle piazze di spaccio andrebbero incrementate, sviluppandole, nuove forme di protezione e di controllo del territorio che, all'interno dei comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica, guardino proprio a questi soggetti più a rischio". "Sul grave fenomeno della violenza di genere - prosegue Tissone - occorrerebbe, inoltre, un migliore coordinamento tra i diversi rami dei vari tribunali civili penali e minorili rispetto ai quali si registra, ancora, una carenza di comunicazione, rilevata anche dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui femminicidi e la violenza domestica. Al fondo di tutto resta comunque una considerazione che i dati e i numeri ufficiali non riescono mai del tutto a chiarire. Rispetto alle segnalazioni di fatti-reati, infatti, sarebbe interessante capire meglio dove, quando e perché non si denuncia. La sfiducia che molti cittadini hanno non tanto nei confronti delle forze dell'ordine quanto nel sistema giustizia nel suo complesso e nel nostro ordinamento processuale-penale che ha spesso mezzi inadeguati per far fronte all'ingente mole di lavoro, andrebbe analizzata con più efficacia dagli istituti di statistica - conclude il segretario del Silp - Taluni scenari, forse, cambierebbero radicalmente".
(Sin/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 22-OTT-18 13:56 NNNN

 

 

AGI
Sicurezza: Silp, piu' reati contro anziani e donne, organici carenti

(AGI) - Roma, 22 ott. - "Il rapporto 2018 sugli indici di criminalita' registra una contrazione del numero dei reati piu' gravi, grazie anche al fondamentale lavoro di investigazione dei corpi di polizia e della magistratura. Siamo invece fortemente preoccupati per l'aumento dei reati di truffa nei confronti delle fasce piu' deboli, anziani in primis, che rischia di aggravarsi a causa della carenza di organici e delle mancate assunzioni nelle forze dell'ordine, che fanno registrare una minor presenza di personale nei centri urbani e nelle periferie, con operatori over 50 che rappresentano un record negativo in Europa". Ad affermarlo e' Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia Silp Cgil. "Per quel che riguarda i reati di truffa contro gli anziani - spiega Tissone - occorre, come chiediamo da tempo, una maggiore assistenza nei confronti delle vittime ed e' necessario lavorare di piu' sulla prevenzione, punendo da un lato in maniera piu' cogente anche i tentativi di truffa e, dall'altro, adeguando le pene previste. Complessivamente e' necessario lavorare per tutelare maggiormente i giovani, le donne e gli anziani: sui reati urbani come nelle piazze di spaccio andrebbero incrementate, sviluppandole, nuove forme di protezione e di controllo del territorio che, all'interno dei comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica, guardino proprio a questi soggetti piu' a rischio. Sul grave fenomeno della violenza di genere - prosegue Tissone - occorrerebbe, inoltre, un migliore coordinamento tra i diversi rami dei vari tribunali civili penali e minorili rispetto ai quali si registra, ancora, una carenza di comunicazione, rilevata anche dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui femminicidi e la violenza domestica". "Al fondo di tutto - conclude il segretario del Silp - resta comunque una considerazione che i dati e i numeri ufficiali non riescono mai del tutto a chiarire. Rispetto alle segnalazioni di reati, infatti, sarebbe interessante capire meglio dove, quando e perche' non si denuncia. La sfiducia che molti cittadini hanno non tanto nei confronti delle forze dell'ordine quanto nel sistema giustizia nel suo complesso e nel nostro ordinamento processuale-penale che ha spesso mezzi inadeguati per far fronte all'ingente mole di lavoro, andrebbe analizzata con piu' efficacia dagli istituti di statistica. Taluni scenari, forse, cambierebbero radicalmente".
(AGI) Bas 221255 OTT 18 NNNN

 

 

9 COLONNE
Sicurezza, SILP CGIL: preoccupazione per aumento reati contro più deboli


(9Colonne) Roma, 22 ott - "Il rapporto 2018 sugli indici di criminalità registra una contrazione del numero dei reati più gravi, grazie anche al fondamentale lavoro di investigazione dei corpi di polizia e della magistratura. Siamo invece fortemente preoccupati per l'aumento dei reati di truffa nei confronti delle fasce più deboli, anziani in primis, che rischia di aggravarsi a causa della carenza di organici e delle mancate assunzioni di personale in divisa nelle forze dell'ordine, che fanno registrare una minor presenza di personale nei centri urbani e nelle periferie, con operatori over 50 che rappresentano un record negativo in Europa". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia SILP Cgil. "Per quel che riguarda i reati di truffa contro gli anziani - dice Tissone - occorre, come chiediamo da tempo, una maggiore assistenza nei confronti delle vittime ed è necessario lavorare di più sulla prevenzione, punendo da un lato in maniera più cogente anche i tentativi di truffa e, dall'altro, adeguando le pene previste. Complessivamente è necessario lavorare per tutelare maggiormente i giovani, le donne e gli anziani: sui reati urbani come nelle piazze di spaccio andrebbero incrementate, sviluppandole, nuove forme di protezione e di controllo del territorio che, all'interno dei comitati provinciali per l'ordine e la sicurezza pubblica, guardino proprio a questi soggetti più a rischio. Sul grave fenomeno della violenza di genere - prosegue Tissone - occorrerebbe, inoltre, un migliore coordinamento tra i diversi rami dei vari tribunali civili penali e minorili rispetto ai quali si registra, ancora, una carenza di comunicazione, rilevata anche dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui femminicidi e la violenza domestica".
(PO / red) 221214 OTT 18

 

 

SARDINIA POST | sardiniapost.it
Mappa criminalità, Sole 24 Ore: Cagliari record per droga e violenze sessuali

 

 

CGIL TOSCANA | tosc.cgil.it
Criminalità: Silp Cgil, preoccupano reati contro anziani

 

 

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.