Lo scorso 15 settembre la scrivente O.S. ha portato all’attenzione di codesto Ufficio il grave disagio patito dal personale in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio, causato dal mancato pagamento degli anticipi missione per l’espletamento dei servizi di scorta treni, nonostante la relativa convenzione stabilisca appositi fondi stanziati per questo istituto contrattuale.

Ebbene, quello che poteva apparire come un caso isolato, in realtà si è dimostrato una preoccupante avvisaglia di quello che stava accadendo nelle diverse articolazione della Polizia Ferroviaria (vedi il Compartimento per la Puglia, Basilicata e Molise e il Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania): i Compatimenti non hanno soldi per pagare i servizi di scorta treno effettuati dagli operatori della Polizia di Stato!

Si tratta di un problema non di poco conto, per il quale il personale in questione, comandato più volte di servizio di scorta treno nel corso dell’anno, si è visto costretto ad anticipare, di tasca propria, le somme necessarie per l’adempimento del proprio dovere, in barba alle vigenti disposizioni contrattuali in materia.

Giova evidenziare che il SILP CGIL, in occasione della definizione della Convenzione tra ilMinistero dell’Interno e il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A., abbia evidenziato l’esigenzache codesto Dipartimento prestasse la dovuta attenzione, tra le altre cose, proprio sulla tempestiva erogazione dell’anticipo missione per i colleghi impiegati nei servizi di scorta treno.

Attenzione che evidentemente non c’è stata, visto che le nostre preoccupazioni si sono purtroppo concretizzate.

Alla luce di quanto rappresentato, si chiede l’autorevole intervento di codesto Ufficio volto a porre fine a tale incresciosa situazione, causa di un tangibile disagio economico per i dipendenti e le loro famiglie.

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.