Naufragio:Silp-Cgil; modifica leggi,accordi anti-criminalita'

(ANSA) - ROMA, 9 OTT - "Le donne e gli uomini della polizia, quotidianamente impegnati in servizio a Lampedusa, sulle coste nonche' presso i centri vivono un continuo malessere aggravato, in questi anni, dalle sciagure che sono costate la vita a migliaia di persone spesso alla ricerca di una esistenza migliore". Lo afferma in una nota il segretario generale del Silp-Cgil, Daniele Tissone che aderisce alla giornata di mobilitazione nazionale promossa da Cgil, Cisl e Uil "Fermiamo le stragi nel Mediterraneo".

"Si rende necessario, oggi piu' che mai - aggiunge Tissone - trasformare l'attuale sistema di accoglienza anche attraverso una modifica della legislazione attuale. Per Tissone, le problematiche connesse con il fenomeno che sta subendo evidenti trasformazioni rendono, non piu' rinviabile, una maggiore sinergia tra organi competenti che, oltre a riformare le norme vigenti, si occupi, in particolar modo, di dare risposte in materia di asilo e protezione senza ovviamente trascurare una duratura opera di contrasto alla tratta attraverso forme efficaci di collaborazione internazionale in grado di colpire duramente i trafficanti". (ANSA).

 

IMMIGRATI: SILP-CGIL, POTENZIARE ACCORDI PER CONTRASTO A CRIMINALITA' = ADESIONE ALLA GIORNATA DI MOBILITAZIONE 'FERMIAMO LE STRAGI NEL MEDITERRANEO'

Roma, 9 ott. (Adnkronos) - "Modificare l'accoglienza e la legislazione, potenziando gli accordi per il contrasto alla criminalita'". E' quanto chiede, in materia di immigrazione, il Silp-Cgil, sottolineando che "le donne e gli uomini della polizia, quotidianamente impegnati in servizio a Lampedusa, sulle coste e presso i centri, vivono un continuo malessere aggravatosi, in questi anni, dalle sciagure che sono costate la vita a migliaia di persone spesso alla ricerca di una esistenza migliore".

Per il segretario generale del Silp-Cgil Daniele Tissone, che aderisce alla giornata di mobilitazione nazionale promossa da Cgil, Cisl e Uil 'Fermiamo le stragi nel Mediterraneo', "si rende necessario, oggi piu' che mai, trasformare l'attuale sistema di accoglienza, anche attraverso una modifica della legislazione attuale".

Tissone osserva che "le problematiche connesse con il fenomeno immigrazione, che sta subendo evidenti trasformazioni, rendono non piu' rinviabile una maggiore sinergia tra organi competenti che, oltre a riformare le norme vigenti, si occupi in particolar modo di dare risposte in materia di asilo e protezione, senza ovviamente trascurare una duratura opera di contrasto alla tratta, attraverso forme efficaci di collaborazione internazionale, in grado di colpire duramente i trafficanti". (Sin/Opr/Adnkronos)

 

Naufragio: Silp-Cgil; malessere tra agenti, modificare norme

(ANSA) - ROMA, 9 OTT - "Le donne e gli uomini della polizia, quotidianamente impegnati in servizio a Lampedusa, sulle coste nonche' presso i centri vivono un continuo malessere aggravatosi, in questi anni, dalle sciagure che sono costate la vita a migliaia di persone spesso alla ricerca di una esistenza migliore". Lo dice il segretario generale del sindacato di polizia Silp-Cgil, Daniele Tissone, che aderisce alla giornata di mobilitazione nazionale promossa da Cgil, Cisl e Uil 'Fermiamo le stragi nel Mediterraneo'.

"Si rende necessario, oggi piu' che mai - secondo Tissone - trasformare l'attuale sistema di accoglienza anche attraverso una modifica della legislazione attuale. Non e' piu' rinviabile una maggiore sinergia tra organi competenti che, oltre a riformare le norme vigenti, si occupi, in particolar modo, di dare risposte in materia di asilo e protezione senza ovviamente trascurare una duratura opera di contrasto alla tratta attraverso forme efficaci di collaborazione internazionale in grado di colpire duramente i trafficanti". (ANSA).

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.