«Si può ragionare su questo tema», ha detto Daniele Tissone, segretario di SILP CGIL, il principale sindacato di polizia, rispetto alla possibilità di restringerne i criteri per l’acquisto. Secondo Tissone si può pensare di alzare l’età minima a cui permettere l’acquisto e il porto degli spray urticanti, ma la decisione naturalmente spetta al Parlamento: «Anche perché significa decidere quale interesse salvaguardare. Alzare l’età in cui è consentito il porto significa per esempio che una ragazza di 16 anni non potrà più averlo con sé». Secondo Tissone, insomma, lo spray non andrebbe “demonizzato”.

 

La posizione del SILP CGIL sull'attuale tema degli spray utricanti in grande evidenza sull'articolo inchiesta de IL POST.

 

 

LEGGI LA NOTIZIA SU IL POST | ilpost.it
Gli spray urticanti sono un’arma?

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.