EMPOLI: SILP CGIL CONFIDA NEL LAVORO MAGISTRATI, PUNTARE SU FORMAZIONE AGENTI
Daniele Tissone, 'al momento non sono state individuate responsabilita', fascicolo contro ignoti'

Roma, 19 gen. (AdnKronos) - Il fascicolo aperto dalla Procura di Firenze per la morte del tunisino durante un fermo di polizia ad Empoli "è contro ignoti, il che vuol dire che non sono state al momento individuate responsabilità a carico dei nostri colleghi. Aspettiamo con serenità che i magistrati facciano il loro lavoro - stanno in queste ore ascoltando testimoni -, certi che faranno luce sulle procedure adoperate durante il fermo". Lo dice all'Adnkronos il segretario nazionale del Silp-Cgil, Daniele Tissone, convinto che vada messo in conto nell'attività di Polizia "che certi fatti possano succedere e che i primi a dispiacersi nella vicenda di Empoli siano stati gli operatori intervenuti". "Questo è uno di quei casi - aggiunge Tissone - che ci conferma quanto sia strategica la formazione del personale a tutela non solo delle persone che possono essere tratte in arresto ma degli operatori stessi".
(Sib/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 19-GEN-19 11:24 NNNN

 

LEGGI LA NOTIZIA SU ADNKRONOS | adnkronos.com
Morto durante fermo, scoppia la polemica

 

LEGGI LA NOTIZIA SU FIRENZE TODAY | firenzetoday.it
Fermo a Empoli: aperto fascicolo contro ignoti

 

LEGGI LA NOTIZIA SU YAHOO! | it.notizie.yahoo.com
Morto durante fermo, scoppia la polemica

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.