"Onoriamo un uomo, un lavoratore, un militante politico. Ebbe il coraggio di non guardare dall’altra parte quando forze eversive e oscure minacciavano la Repubblica".
Le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, tratteggiano al meglio la figura di Guido Rossa, operaio e sindacalista Cgil, ucciso a Genova il 24 gennaio 1979, esattamente 40 anni fa, come ritorsione per aver denunciato un collega che in fabbrica distribuiva volantini delle brigate rosse.
La Cgil, ieri come oggi in prima fila contro il terrorismo di qualsiasi matrice e colore politico, ha pagato - non solo con Guido Rossa - un prezzo altissimo per difendere la democrazia e la libertà.
Oggi dovremmo ricordarlo tutti.
Soprattutto chi ha l'onore e l'onere di avere responsabilità politiche e di governo.

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.