Domenico, Francesco, Giulio, Oreste e Raffaele erano poliziotti e carabinieri.
Vestivano la divisa come tutti noi, avevano mogli e figli, una intera vita da vivere.
Invece il 16 marzo di 41 anni fa qualcuno ha deciso di trucidarli solo perché facevano il loro dovere, perché scortavano il presidente della Democrazia Cristiana, Aldo Moro. Anche lui poi trucidato dopo il rapimento.
Fu la notte della Repubblica, il colpo al cuore dello Stato da parte di chi vedeva nella violenza politica l'unica strada per far prevalere le proprie idee.
Il nostro Paese ne è uscito soltanto grazie alla forte azione della magistratura e delle forze dell'ordine, grazie ad una grande coesione sociale e politica, grazie all'affermazione del principio di legalità contro la barbarie.
Oggi come ieri dovremmo sempre tenere presente la lezione della storia.
Perchè ciò che è accaduto non accada più.
Noi non dimentichiamo!

 

 

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.