Nella mattinata odierna si è tenuto un nuovo incontro presso il Dipartimento della P.S. tra le OO.SS. e una delegazione dell’Amministrazione – composta dal Direttore dell’Ufficio per le Relazioni Sindacali e il Direttore del TEP e Spese varie – per discutere della distribuzione delle risorse economiche previste dal Fondo Efficienza per i Servizi Istituzionali relativo al 2018 che sarà erogato al personale della Polizia di Stato nel 2019.
I lavori si sono concentrati – in continuità con la seduta precedente – sulle fattispecie da remunerare con lo stanziamento aggiuntivo previsto per il Fondo, pari a € 9892304,00.
Rispetto a tale stanziamento, l’Amministrazione ha illustrato alcune proiezioni di spesa rispetto a una platea di destinatari più o meno ampia, con conseguente incremento o decremento dell’importo dell’indennità per servizio reso.
E’ evidente che le risorse a disposizione sono insufficienti per quello che dovrebbe essere un intervento congruo di valorizzazione economica di tutte quelle fattispecie di impiego per le quali si rileva un significativo disagio.
Esigiamo dal Governo, oltre ai proclami di vicinanza verso le forze di Polizia, anche attenzione sotto il versante retributivo, nella consapevolezza che la dignità del lavoratore di Polizia– che fa della sicurezza dei cittadini la propria mission istituzionale – passa anche per un adeguato trattamento economico.
In attesa che l’attuale compagine governativa operi stanziamenti tali da pater soddisfare le legittime aspettativa di tutto il personale, i servizi a cui sarà riconosciuta l’indennità aggiuntiva dovranno rappresentare, ad avviso del SILP CGIL, un primo step, significando che nel prossimo futuro la platea dei destinatari dovrà essere ampliata.
Pertanto, con la disponibilità economica attuale, per il SILP CGIL le risorse aggiuntive vanno indirizzate per remunerare con la nuova indennità i colleghi impiegati nei turni di prevenzione e controllo del territorio, in orari serali e notturni, (Questure, Commissariati di P.S., Polizia Stradale...), quale ristoro per il rilevante disagio lavorativo a cui gli operatori sono sottoposti: ricomprendendo anche gli addetti alla sala operativa e al COT dei Commissariati di P.S..
Ultimata la discussione, i lavori sono stati aggiornati a lunedì prossimo, per supplemento istruttorio dei dati conoscitivi e un ulteriore analisi.
Va evidenziato che il pagamento dell’indennità in discussione avrà tempi non proprio brevi, dovendo – una volta terminata la fase di concertazione e valutazione, con relativa individuazione delle fattispecie da remunerare – procedere a una rilevazione degli aventi diritto su tutto il territorio nazionale.
Diversamente, il pagamento delle voci storiche del Fondo Fondo Efficienza per i Servizi Istituzionali (reperibilità, servizi resi in altra montagna, produttività collettiva, cambio turno e cambio turno reparto mobile), essendo già l’Amministrazione in possesso dei dati degli aventi diritto, dopo le canoniche sedute per stabilire il quantum per fattispecie, avrà tempi più contenuti.
Il SILP CGIL ha ribadito l’esigenza di accelerare procedure e riunioni, al fine di corrispondere il dovuto ai colleghi quanto prima possibile.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.