La firma del Fesi 2018 è ormai prossima. La grande novità di quest'anno, che il Silp Cgil ha tenacemente perseguito, è quella di aver istituito delle fattispecie per i servizi operativi serali e notturni, per ristorare i colleghi che svolgono attività di controllo del territorio.

Una scelta giusta che si è imposta proprio per la determinazione del nostro sindacato. Una scelta che, grazie alle risorse disponibili per il Fesi 2018, recuperate dall'anno precedente e non certo appostate dal governo (bisogna chiarirlo a chi fa già propaganda anche su questo), permette a tutto il personale di percepire esattamente ciò che è stato corrisposto lo scorso anno, con una ulteriore valorizzazione per i servizi più gravosi che abbiamo accennato.

A proposito di governo, continuiamo a registrare la totale assenza di risposte in merito al contratto di lavoro. Tutti noi abbiamo percepito ad aprile il risibile importo dell'IVC e di tavoli per il rinnovo del contratto scaduto a dicembre non si parla minimamente. Anche perché è stato lo stesso ministro dell'Interno, sempre a dicembre e di fronte a tutti i sindacati, a sostenere che di contratto si sarebbe parlato solo dal 2020. Tra l'altro, come è noto, nella legge di stabilità risorse non ve ne sono.

Il governo del "cambiamento", dunque, si comporta esattamente come quelli passati, se non peggio. Ecco perché la definizione migliore per questo esecutivo è "cambianiente".

Una cosa è certa: noi andremo avanti a denunciare questa e altre situazioni restando mobilitati per "riconoscere con i fatti e non con le parole" i giusti diritti che riguardano il nostro personale. Il Silp Cgil è stato l'unico sindacato a scendere in piazza lo scorso 17 aprile con presidi e volantinaggi a sostegno del contratto. La protesta continua e continuerà.

Daniele Tissone
Segretario Generale Silp Cgil

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.