Abbiamo responsabilmente partecipato, come Silp Cgil, alla riunione convocata presso il Dipartimento, alla presenza del Sottosegretario all'Interno Nicola Molteni, relativa alla rimodulazione dei presidi di polizia che interessa 14 città metropolitane. Nelle intenzioni, si tratta di un buon piano. Solo nelle intenzioni, però. Cerchiamo di spiegarlo. Proprio il Prefetto Franco Gabrielli, recentemente, ha accennato alle gravi criticità legate alle carenze di organico della Polizia di Stato così come delle altre forze dell'ordine. Criticità che da sempre sono per noi un mantra, con le continue denunce del Silp Cgil relative alla scarsità di personale nelle Questure, nei Reparti e negli Uffici. Ebbene, il condivisibile progetto di riorganizzazione della presenza della Polizia sul territorio sconta tali deficit. Deficit che ci fanno dire che non si possono fare le nozze con i fichi secchi senza uomini e mezzi. Ricordiamo che in un certo numero di presidi, per i quali era stata prevista la chiusura, il personale ad oggi si conta sulle dita di una o di due mani. Ciò rende inoperativi detti uffici. Servono risorse e investimenti maggiori per rispondere alle giuste esigenze dei cittadini. Lo ribadiamo e lo ribadiremo sempre. Si può ancora fare molto. Appena avremo la documentazione coi dettagli del piano di rimodulazione, forniremo un nostro costruttivo contributo.

V Congresso Nazionale Silp CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
#diecibuonimotivi
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.