Il Silp Cgil ha incontrato presso la propria sede nazionale una delegazione degli idonei con riserva. Il nostro Sindacato da sempre, e ancor di più in questo particolare momento storico-politico, presta grande attenzione alle procedure concorsuali ed assunzionali della Polizia di Stato a tutela di tutti i partecipanti.

La recente costituzione della Federazione Silp Cgil – UIL Polizia, che comprende anche ANIP e Italia Sicura e di cui avrete avuto sicuramente notizia, anche grazie alle plurime sensibilità che riunisce, ha ulteriormente accresciuto il peso sindacale e negoziale di questa O.S. L’attenzione alla legalità ed al rispetto delle regole è sempre molto alta e viene costantemente esercitata nei confronti dell’Amministrazione e dei decisori politici, in tutte le sedi e con ogni forma consentita. Un particolare impegno è dedicato a seguire ed intervenire sulle procedure concorsuali sia interne che pubbliche, le cui modalità di indizione e gestione destano, per usare un eufemismo, forti e continue perplessità.

Il Silp Cgil si è interessato allo scorrimento della graduatoria del concorso a 1148 allievi agenti finalizzato all’assunzione di ulteriori 1851 unità sin dalla sede legislativa cercando di far correggere l’emendamento con cui sono stati modificati a procedura in corso, ad avviso non solo nostro arbitrariamente ed illegittimamente, i requisiti di accesso dei candidati risultati idonei dopo la prova scritta. Abbiamo poi consigliato agli esclusi di intraprendere la strada del contenzioso giurisdizionale e seguito da vicino l’andamento dei vari ricorsi, finora segnati da numerose pronunce cautelari favorevoli sia all’ammissione alle prove di idoneità sia all’accesso al corso di formazione.

Si è consapevoli che il cammino da percorrere si presenta ancora irto di insidie ed ostacoli, sia per le attese pronunce di merito di primo grado ed ancor di più per l’eventuale appello davanti al Consiglio di Stato, senza poter escludere un’eventuale rimessione della questione alla Corte Costituzionale. Questa O.S. sta considerando la proficuità di effettuare un accesso civico generalizzato ai procedimenti amministrativi, che generano contenzioso e di conoscere i dati relativi alla soccombenza dell’Amministrazione, così da valutare l’efficacia, l’efficienza ed il corretto utilizzo delle risorse.

Questa specifica azione potrebbe essere d’impulso ad una maggiore trasparenza e tempestività dell’amministrazione e dei responsabili dei singoli procedimenti che verrebbero messi di fronte alle singole responsabilità. Il Silp Cgil manifesta la propria disponibilità a fornire, attraverso le strutture della Segreteria Nazionale, ogni utile sopporto a chi, da singolo o in gruppo, intendesse intraprendere tale tipo di iniziativa.

Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.