Sicurezza: Silp-Cgil, Pansa conferma nostre preoccupazioni
(v. 'Sicurezza: Pansa, diminuisce con 15 mila...'. delle 18.05)
(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "L'allarme lanciato oggi dal capo
della polizia prefetto Alessandro Pansa che ha dichiarato che
non siamo in grado di accrescere la sicurezza con 15mila
poliziotti in meno, oltre ad essere condivisibile non fa che
confermare le preoccupazioni gia' espresse dal Silp-Cgil". Lo
afferma il segretario generale, Daniele Tissone, per il quale
"anche lo spostamento verso i militari dei servizi di ordine
pubblico non costituisce un segnale positivo in relazione a
competenze, professionalita' e responsabilita' in un settore
ritenuto, da sempre, delicato e complesso".
Ma, sempre per Tissone "il rifinanziamento dell'operazione
Strade sicure va, purtroppo, in tale direzione non essendo, per
tipologia e impiego, destinato a sortire effetti duraturi in
quanto, i medesimi, non hanno nulla a che vedere con un reale
quanto strutturale controllo del territorio".
Secondo Tissone, anche l'ulteriore selezione del personale di
base destinato alle forze di polizia che, da oltre 16 anni,
viene garantito attraverso la sola provenienza dal mondo
militare impedisce un'abbassamento dell'eta' media del personale,
la cui media anagrafica e' attualmente di circa 45 anni e che ne
riduce la presenza di genere al di sotto del 12% sul totale
degli organici. "La soluzione e' pertanto quella di indire
concorsi dalla vita civile invertendo l'attuale tendenza
garantendo un reale incremento di personale femminile nonche' di
giovani aventi un'eta' media inferiore al di sotto dei
trent'anni". (ANSA).

COM-GRZ
22-NOV-13 23:15 NNNN

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.