Manovra:sindacati Ps,subito decreti attuativi su previdenza (ANSA) - ROMA, 17 GEN - "Con l'ultima legge di bilancio e' stata approvata un'importante misura di previdenza dedicata per le lavoratrici e i lavoratori in divisa, ma senza ulteriori provvedimenti normativi tutto rischia di restare solo sulla carta. Non ce lo possiamo permettere e non possono permetterselo soprattutto i piu' giovani, che rischiano di essere i poveri di domani, stante l'attuale sistema pensionistico". E' quanto affermano i segretario di Silp Cgil e Uil Polizia, Daniele TISSONE, e Fp Cgil Florindo Oliverio in una lettera inviata ai ministri Brunetta, Franco, Lamorgese, Cartabia e Guerini. "L'articolo 1, comma 95, della legge di bilancio 234 del 30 dicembre 2021 - dicono TISSONE e Oliverio - prevede l'istituzione di un fondo per attuare misure compensative relative alla liquidazione dei trattamenti pensionistici e misure integrative delle forme pensionistiche complementari. Per noi questo e' un importante passo verso il riconoscimento, anche al personale delle forze di polizia, delle forze armate e dei vigili del fuoco, di un trattamento previdenziale piu' adeguato". Ma "per rendere pero' concreta questa norma - aggiungono - servono ulteriori interventi legislativi al fine di assicurare, soprattutto ai piu' giovani, forme di previdenza complementare, come e' gia' possibile per la generalita' dei lavoratori pubblici e privati". Spetta "a chi ha responsabilita' politiche e di governo - concludono TISSONE e Oliverio - dare concretezza a una norma che altrimenti non puo' essere attuata, lo prevede lo stesso articolo approvato con la legge di bilancio. Senza un provvedimento di legge specifico nessuno beneficera' della previdenza dedicata e sarebbe una beffa inaccettabile". (ANSA). COM-GUI 17-GEN-22 13:25 NNNN

MANOVRA: SILP CGIL UIL POLIZIA-FP CGIL, 'SU PREVIDENZA SERVONO ULTERIORI PROVVEDIMENTI' = Roma, 17 gen. (Adnkronos) - "Con l'ultima legge di bilancio è stata approvata un'importante misura di previdenza dedicata per le lavoratrici e i lavoratori in divisa, ma senza ulteriori provvedimenti normativi tutto rischia di restare solo sulla carta. Non ce lo possiamo permettere e non possono permetterselo gli operatori, soprattutto i più giovani, che rischiano di essere i poveri di domani, stante l'attuale sistema pensionistico". Lo affermano, in una nota, i segretari di SILP Cgil Uil Polizia e Fp Cgil, Daniele Tissone e Florindo Oliverio, che hanno scritto una lettera ai ministri Brunetta, Franco, Lamorgese, Cartabia e Guerini. "L'articolo 1, comma 95, della legge di bilancio 234 del 30 dicembre 2021 - dicono Tissone e Oliverio - prevede l'istituzione di un fondo per attuare misure compensative relative alla liquidazione dei trattamenti pensionistici e misure integrative delle forme pensionistiche complementari. Per noi questo è un importante passo verso il riconoscimento, anche al personale delle forze di polizia, delle forze armate e dei vigili del fuoco, di un trattamento previdenziale più adeguato". (segue) (Sod/Adnkronos) ISSN 2465 - 1222 17-GEN-22 09:38 NNNN

MANOVRA: SILP CGIL UIL POLIZIA-FP CGIL, 'SU PREVIDENZA SERVONO ULTERIORI PROVVEDIMENTI' (2) = (Adnkronos) - "Per rendere però concreta questa norma - continuano i sindacalisti - servono ulteriori interventi legislativi al fine di assicurare, soprattutto ai più giovani, forme di previdenza complementare, come è già possibile per la generalità dei lavoratori pubblici e privati. Spetta a chi ha responsabilità politiche e di governo dare concretezza a una norma che altrimenti non può essere attuata. Lo prevede lo stesso articolo approvato con la legge di bilancio". "Ci rivolgiamo quindi alle amministrazioni interessate - concludono i segretari di SILP Cgil Uil Polizia e Fp Cgil - affinché gli uffici legislativi si mettano subito all'opera, per quanto di loro competenza, per l'adozione di provvedimenti volti all'utilizzo del predetto fondo che prevede una dotazione di 20 milioni di euro per il 2022, 40 milioni di per il 2023 e 60 milioni dal 2024. Senza un provvedimento di legge specifico nessuno beneficerà della previdenza dedicata. Sarebbe una beffa inaccettabile". (Sod/Adnkronos) ISSN 2465 - 1222 17-GEN-22 09:38 NNNN

Pensioni: Cgil Uil Polizia, nuove norme rischiano non attuazione = (AGI) - Roma, 17 gen. - "Con l'ultima legge di bilancio e' stata approvata un'importante misura di previdenza dedicata per le lavoratrici e i lavoratori in divisa, ma senza ulteriori provvedimenti normativi tutto rischia di restare solo sulla carta. Non ce lo possiamo permettere e non possono permetterselo gli operatori, soprattutto i piu' giovani, che rischiano di essere i poveri di domani, stante l'attuale sistema pensionistico". Lo affermano, in una nota, i segretari di Silp Cgil Uil Polizia e Fp Cgil, Daniele Tissone e Florindo Oliverio, che hanno scritto una lettera ai ministri Brunetta, Franco, Lamorgese, Cartabia e Guerini. (AGI)Red/Bas (Segue) 170933 GEN 22 NNNN

Pensioni: Cgil Uil Polizia, nuove norme rischiano non attuazione (2)= (AGI) - Roma, 17 gen. - "L'articolo 1, comma 95, della legge di bilancio 234 del 30 dicembre 2021 - dicono Tissone e Oliverio - prevede l'istituzione di un fondo per attuare misure compensative relative alla liquidazione dei trattamenti pensionistici e misure integrative delle forme pensionistiche complementari. Per noi questo e' un importante passo verso il riconoscimento, anche al personale delle forze di polizia, delle forze armate e dei vigili del fuoco, di un trattamento previdenziale piu' adeguato". "Per rendere pero' concreta questa norma - continuano i due sindacalisti - servono ulteriori interventi legislativi al fine di assicurare, soprattutto ai piu' giovani, forme di previdenza complementare, come e' gia' possibile per la generalita' dei lavoratori pubblici e privati. Spetta a chi ha responsabilita' politiche e di governo dare concretezza a una norma che altrimenti non puo' essere attuata. Lo prevede lo stesso articolo approvato con la legge di bilancio". "Ci rivolgiamo quindi alle amministrazioni interessate - concludono i segretari di Silp Cgil Uil Polizia e Fp Cgil - affinche' gli uffici legislativi si mettano subito all'opera, per quanto di loro competenza, per l'adozione di provvedimenti volti all'utilizzo del predetto fondo che prevede una dotazione di 20 milioni di euro per il 2022, 40 milioni di per il 2023 e 60 milioni dal 2024. Senza un provvedimento di legge specifico nessuno beneficera' della previdenza dedicata. Sarebbe una beffa inaccettabile". (AGI)Red/Bas 170933 GEN 22 NNNN

 

LA NOSTRA LETTERA AL GOVERNO



Previdenza, Silp-Cgil e Uil Polizia:servono interventi normativi Per rendere effettive misure dedicate a uomini e donne in divisa Roma, 17 gen. (askanews) - "Con l'ultima legge di bilancio è stata approvata un'importante misura di previdenza dedicata per le lavoratrici e i lavoratori in divisa, ma senza ulteriori provvedimenti normativi tutto rischia di restare solo sulla carta. Non ce lo possiamo permettere e non possono permetterselo gli operatori, soprattutto i più giovani, che rischiano di essere i poveri di domani, stante l'attuale sistema pensionistico". Lo affermano, in una nota, i segretari di Silp Cgil Uil Polizia e Fp Cgil, Daniele Tissone e Florindo Oliverio, che hanno scritto una lettera ai ministri Brunetta, Franco, Lamorgese, Cartabia e Guerini. "L'articolo 1, comma 95, della legge di bilancio 234 del 30 dicembre 2021 - dicono Tissone e Oliverio - prevede l'istituzione di un fondo per attuare misure compensative relative alla liquidazione dei trattamenti pensionistici e misure integrative delle forme pensionistiche complementari. Per noi questo è un importante passo verso il riconoscimento, anche al personale delle forze di polizia, delle forze armate e dei vigili del fuoco, di un trattamento previdenziale più adeguato". "Per rendere però concreta questa norma - continuano i 2 sindacalisti - servono ulteriori interventi legislativi al fine di assicurare, soprattutto ai più giovani, forme di previdenza complementare, come è già possibile per la generalità dei lavoratori pubblici e privati. Spetta a chi ha responsabilità politiche e di governo dare concretezza a una norma che altrimenti non può essere attuata. Lo prevede lo stesso articolo approvato con la legge di bilancio". "Ci rivolgiamo quindi alle amministrazioni interessate - concludono i segretari di Silp Cgil e Fp Cgil - affinché gli uffici legislativi si mettano subito all'opera, per quanto di loro competenza, per l'adozione di provvedimenti volti all'utilizzo del predetto fondo che prevede una dotazione di 20 milioni di euro per il 2022, 40 milioni di per il 2023 e 60 milioni dal 2024. Senza un provvedimento di legge specifico nessuno beneficerà della previdenza dedicata. Sarebbe una beffa inaccettabile". Nes 20220117T105815Z


MANOVRA, SINDACATI POLIZIA: ORA PREVIDENZA DEDICATA (9Colonne) Roma, 17 gen - "Con l'ultima legge di bilancio è stata approvata un'importante misura di previdenza dedicata per le lavoratrici e i lavoratori in divisa, ma senza ulteriori provvedimenti normativi tutto rischia di restare solo sulla carta. Non ce lo possiamo permettere e non possono permetterselo gli operatori, soprattutto i più giovani, che rischiano di essere i poveri di domani, stante l'attuale sistema pensionistico". Lo affermano, in una nota, i segretari di Silp Cgil, Uil Polizia e Fp Cgil, Daniele Tissone e Florindo Oliverio, che hanno scritto una lettera ai ministri Brunetta, Franco, Lamorgese, Cartabia e Guerini. "L'articolo 1, comma 95, della legge di bilancio 234 del 30 dicembre 2021 - dicono Tissone e Oliverio - prevede l'istituzione di un fondo per attuare misure compensative relative alla liquidazione dei trattamenti pensionistici e misure integrative delle forme pensionistiche complementari. Per noi questo è un importante passo verso il riconoscimento, anche al personale delle forze di polizia, delle forze armate e dei vigili del fuoco, di un trattamento previdenziale più adeguato". "Per rendere però concreta questa norma - continuano i 2 sindacalisti - servono ulteriori interventi legislativi al fine di assicurare, soprattutto ai più giovani, forme di previdenza complementare, come è già possibile per la generalità dei lavoratori pubblici e privati. Spetta a chi ha responsabilità politiche e di governo dare concretezza a una norma che altrimenti non può essere attuata. Lo prevede lo stesso articolo approvato con la legge di bilancio". "Ci rivolgiamo quindi alle amministrazioni interessate - concludono i segretari di Silp Cgil Uil Polizia e Fp Cgil - affinché gli uffici legislativi si mettano subito all'opera, per quanto di loro competenza, per l'adozione di provvedimenti volti all'utilizzo del predetto fondo che prevede una dotazione di 20 milioni di euro per il 2022, 40 milioni di per il 2023 e 60 milioni dal 2024. Senza un provvedimento di legge specifico nessuno beneficerà della previdenza dedicata. Sarebbe una beffa inaccettabile". (red) 171230 GEN 22 

 

DIARIO DEL LAVORO

 

COLLETTIVA

Speciale 20 anni SILP CGIL
Convenzioni SILP
SILP Telegram
V Congresso Nazionale Silp CGIL
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.