Va avanti la trattativa per il rinnovo del Contratto di lavoro. Rendiamo disponibili le tavelle forniteci dall'Amministrazione che recepiscono gran parte delle nostre richieste in ordine alla allocazione delle risorse economiche sul Fesi e sulla ripartizione per singole voci. Le stesse sono tuttora oggetto di discussione e confronto al tavolo per cui possono subire ulteriori modifiche. Il SILP CGIL sta, altresì, attendendo risposte in relazione agli aspetti del normativo giuridico ed economico, cosa che si presume avverrà nel corso della prossima riunione prevista, al momento, per giovedì.
 
Intanto nella tarda serata di ieri, 22 gennaio, si è conclusa a Palazzo Vidoni una nuova riunione del tavolo tecnico al quale erano presenti i Sindacati della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria, i Cocer, le Amministrazioni interessate, Mef e Funzione Pubblica. Non erano presenti componenti politiche.
 
L'incontro si è rivelato interlocutorio.

Questa la posizione della PARTE PUBBLICA: dalle ultime tabelle che sono state trasmesse, che suggellano la ripartizione già concordata del 90% sul tabellare, si evidenziano ulteriori recuperi del residuo, che potranno andare a finanziare Fesi, trattamento accessorio e parte normativa, che prevede aspetti economici. La parte preponderante del DPCM che recepirà il Contratto verrà così destinata a finanziare il Fesi. L'indennità di vacanza contrattuale, già finanziata per il 2018, si sommerà alla parte tabellare. La "coda contrattuale", che dovrebbe rivedere la parte normativa, sarà avviata alla definizione della parte economica.

Il SILP CGIL ha ribadito come vi sia margine per reperire ulteriori risorse, mentre per la remunerazione del lavoro straordinario abbiamo chiesto uno stanziamento extra: l'aliquota dello straordinario deve essere rivista dando più forza e consistenza al Fesi. La proposta passa anche attraverso la riproposizione della nostra ipotesi originaria, che prevede un contenimento della quantità dello straordinario e quindi maggiori risorse sulla rivalutazione. Per quanto attiene alla parte normativa, è necessario che sia individuato un percorso a termine e senza soluzione di continuità, introducendo aspetti perequativi con il mondo militare - come le valorizzazioni dei periodi formativi - e di civiltà come la piena sindacalizzazione, la revisione delle federazioni, oltre ai temi già illustrati nei passati incontri.

La Parte Pubblica, in vista del prossimo incontro, si è impegnata a consegnare a breve un testo che definisca la parte economica, non escludendo l'inclusione di norme giuridiche.
#diecibuonimotivi
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.