25 aprile: Silp-Cgil, appuntamento deve unire e non dividere

(ANSA) - ROMA, 24 APR - "Da tempo come poliziotti democratici abbiamo aderito alla campagna di sensibilizzazione #maipiu'fascismi #maipiu'razzismi. Il 25 aprile e' una ricorrenza, ma soprattutto una memoria che si rinnova. Un appuntamento che deve unire e non dividere, per ricordare una generazione di uomini, donne, ragazzi che hanno saputo lottare con grande passione, con il sacrificio della vita di molti, liberando il nostro Paese dalla feroce violenza nazi-fascista". Lo dice il segretario del Silp-Cgil Daniele Tissone in vista della festa della Liberazione. "Per questo - aggiunge - oggi piu' che mai abbiamo il compito, assieme alle nuove generazioni, di continuare la lunga 'battaglia di Resistenza' con l'obbligo di costruire una memoria condivisa, perche' il ricordo non puo' essere mai imposto, ma deve moralmente restare vivo e rappresentare un debito di giustizia verso tante vittime innocenti, a partire dallo sterminio di 6 milioni di ebrei".(ANSA). COM-GUI 24-APR-18 15:14 NNNN

 

25 APRILE: SILP-CGIL, OCCASIONE PER RIBADIRE LEGAME TRA SICUREZZA E DEMOCRAZIA
Tissone, appuntamento che deve unire e non dividere

Roma, 24 apr. (AdnKronos) - "Il 25 aprile deve essere l'occasione per ribadire che sicurezza e democrazia sono un binomio inscindibile e che le forze di polizia si riconoscono pienamente nei valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza e dalla lotta antifascista che vide tra i protagonisti numerosi eroi in divisa, a partire da Palatucci". E' quanto afferma Daniele Tissone segretario generale del sindacato di polizia Silp-Cgil. "Da tempo, come poliziotti democratici, abbiamo aderito alla campagna di sensibilizzazione #maipiùfascismi #maipiùrazzismi. Il 25 aprile è una ricorrenza, ma soprattutto una memoria che si rinnova - sottolinea Tissone - Un appuntamento che deve unire e non dividere, per ricordare una generazione di uomini, donne, ragazzi che hanno saputo lottare con grande passione, con il sacrificio della vita di molti, liberando il nostro Paese dalla feroce violenza nazi-fascista". Per questo motivo, conclude il segretario del Silp-Cgil, "oggi più che mai abbiamo il compito, assieme alle nuove generazioni, di continuare la lunga 'battaglia di Resistenza' con l'obbligo di costruire una memoria condivisa, perché il ricordo non può essere mai imposto, ma deve moralmente restare vivo e rappresentare un debito di giustizia verso tante vittime innocenti, a partire dallo sterminio di 6 milioni di ebrei".
(Sin/AdnKronos) ISSN 2465 - 1222 24-APR-18 13:27 NNNN

 

LIBERAZIONE, SILP CGIL: SICUREZZA E DEMOCRAZIA SONO BINOMIO INSCINDIBILE

(9Colonne) Roma, 24 apr - "Il 25 aprile deve essere l'occasione per ribadire che sicurezza e democrazia sono un binomio inscindibile e che le forze di polizia si riconoscono pienamente nei valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza e dalla lotta antifascista che vide tra i protagonisti numerosi eroi in divisa, a partire da Palatucci". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia SILP Cgil. "Da tempo come poliziotti democratici - dice Tissone - abbiamo aderito alla campagna di sensibilizzazione #maipiùfascismi #maipiùrazzismi. Il 25 aprile è una ricorrenza, ma soprattutto una memoria che si rinnova. Un appuntamento che deve unire e non dividere, per ricordare una generazione di uomini, donne, ragazzi che hanno saputo lottare con grande passione, con il sacrificio della vita di molti, liberando il nostro Paese dalla feroce violenza nazi-fascista". "Per questo - conclude il segretario del SILP Cgil - oggi più che mai abbiamo il compito, assieme alle nuove generazioni, di continuare la lunga 'battaglia di Resistenza' con l'obbligo di costruire una memoria condivisa, perché il ricordo non può essere mai imposto, ma deve moralmente restare vivo e rappresentare un debito di giustizia verso tante vittime innocenti, a partire dallo sterminio di 6 milioni di ebrei".
(RED) 241350 APR 18 

 

25 APRILE. SILP CGIL: SICUREZZA E DEMOCRAZIA BINOMIO INSCINDIBILE

(DIRE) Roma, 24 apr. - "Il 25 aprile deve essere l'occasione per ribadire che sicurezza e democrazia sono un binomio inscindibile e che le forze di polizia si riconoscono pienamente nei valori della nostra Costituzione nata dalla Resistenza e dalla lotta antifascista che vide tra i protagonisti numerosi eroi in divisa, a partire da Palatucci". Lo afferma Daniele Tissone, segretario generale del sindacato di polizia SILP Cgil. "Da tempo come poliziotti democratici- dice Tissone- abbiamo aderito alla campagna di sensibilizzazione #maipiu'fascismi #maipiu'razzismi. Il 25 aprile e' una ricorrenza, ma soprattutto una memoria che si rinnova. Un appuntamento che deve unire e non dividere, per ricordare una generazione di uomini, donne, ragazzi che hanno saputo lottare con grande passione, con il sacrificio della vita di molti, liberando il nostro Paese dalla feroce violenza nazi-fascista". "Per questo- conclude il segretario del SILP Cgil- oggi piu' che mai abbiamo il compito, assieme alle nuove generazioni, di continuare la lunga 'battaglia di Resistenza' con l'obbligo di costruire una memoria condivisa, perche' il ricordo non puo' essere mai imposto, ma deve moralmente restare vivo e rappresentare un debito di giustizia verso tante vittime innocenti, a partire dallo sterminio di 6 milioni di ebrei".
(Vid/ Dire) 14:02 24-04-18 NNNN

 

#diecibuonimotivi
Convenzioni SILP
SILP Telegram
Questo sito utilizza cookie per le proprie funzionalità. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca questo link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.